"Noi vogliamo che la società sia costituita allo scopo di fornire a tutti gli esseri umani i mezzi per raggiungere il massimo benessere possibile, il massimo possibile sviluppo morale e materiale; noi vogliamo per tutti pane, libertà, amore, scienza." (E. Malatesta)

Comunicato diffuso dalla Commissione di Corrispondenza della Federazione Anarchica Italiana


SCIOPERO GENERALE!

Lo sciopero generale del 17 novembre è un momento di lotta importantissimo che avviene in una fase in cui la vita di tutti è segnata dalla precarietà e dall´incertezza. I padroni e lo stato basano sull´inquietudine e su una dilagante paura del futuro il loro dominio e il loro controllo sulla società. La Finanziaria del governo Prodi attacca in maniera subdola e invadente i già vacillanti diritti della classe lavoratrice colpendo direttamente i salari e le pensioni.

Questa Finanziaria:
- impone ai lavoratori di scegliere se consegnare il TFR ai fondi pensione gestiti da banche, compagnie assicurative e CGIL, CISL e UIL - oggi più che mai fiancheggiatori dei padroni - che li daranno in pasto al mercato azionario, oppure all´INPS che lo trasferirà allo stato per finanziare le opere di devastazione ambientale; - diminuisce i trasferimenti agli enti locali tagliando ulteriormente servizi essenziali (asili, trasporti pubblici, assistenza) scaricando le spese sui lavoratori; - diminuisce il costo del lavoro a favore delle imprese che godranno di cospicui finanziamenti a copertura di quanto perso con il trasferimento del TFR.

E poi ancora tagli alla scuola pubblica, alla ricerca, alla sanità: tutti soldi scippati al benessere collettivo e dirottati nel finanziamento delle missioni militari nei tanti fronti di guerra (Afganistan, Iraq, Libano, ecc.). Questo sciopero generale è essenziale perché costituisce la prima vera risposta autonoma e intransigente al progetto politico che sta dietro la manovra del governo: l´opposizione sociale deve essere capace di legare il rifiuto di questa Finanziaria al rifiuto del governo Prodi che scippa i soldi ai lavoratori a beneficio del capitale e delle politiche di guerra. Scioperare il 17 novembre diventa fondamentale per opporsi radicalmente alla precarietà, arma di ricatto costante che il sistema politico ed economico agita per tenere sotto scacco più di una generazione di persone alle quali il potere vuole negare il futuro.

Facciamo appello a tutti i lavoratori, i precari, i disoccupati, gli studenti, i senza casa, gli immigrati e tutti i soggetti colpiti dall´abuso e dall´arroganza di questo governo a scioperare e manifestare non solo per rivendicare il giusto diritto a un salario, a una pensione, a un lavoro dignitosi, ma soprattutto per cominciare a costruire ovunque percorsi alternativi di organizzazione del lavoro, delle lotte e dell´esistenza: non ci sono né mai ci saranno, governi amici.

CONTRO LA FINANZIARIA DI GUERRA, CONTRO IL GOVERNO PRODI! CONTRO LO STATO E IL CAPITALE!
AUTORGANIZZAZIONE DELLE LOTTE, AUTOGESTIONE DELLA SOCIETÀ, AZIONE DIRETTA!

Commissione di corrispondenza della Federazione Anarchica Italiana - FAI

cdc@federazioneanarchica.org
www.federazioneanarchica.org

Altri Comunicati della Commissione di Corrispondenza



COMUNICATI

Abbonati, leggi e diffondi "UMANITA' NOVA"
settimanale anarchico
link al sito di umanità novalink al sito di zero in condotta
web-fai@federazioneanarchica.org