"Noi vogliamo che la società sia costituita allo scopo di fornire a tutti gli esseri umani i mezzi per raggiungere il massimo benessere possibile, il massimo possibile sviluppo morale e materiale; noi vogliamo per tutti pane, libertà, amore, scienza." (E. Malatesta)

Il testo del Patto Associativo


Patto Associativo della Federazione Anarchica Italiana-F.A.I.

PREMESSA

La Federazione Anarchica Italiana-F.A.I. - fondata nel settembre 1945 dal Congresso Anarchico di Carrara - assume le idee e il programma esposti nella "Dichiarazione dei principî" approvata dal Congresso di Bologna del 1° Luglio 1920.
Fanno parte della Federazione Anarchica Italiana le Federazioni, i Gruppi e le Individualità che, condividendo il Programma Anarchico del 1920, liberamente accettano e osservano il presente Patto Associativo.
La Federazione Anarchica Italiana, quindi, è un'organizzazione che si richiama al Programma del 1920 e che utilizza la sintesi come metodo.
La Federazione Anarchica Italiana non pretende alcun monopolio dell'anarchismo. Essa considera compagni tutti coloro la cui azione sia sempre coerente con i principî dell'anarchismo: lotta contro lo Stato e contro il capitalismo, per la rivoluzione anti-autoritaria che rifiuti ogni forma di delega e di gerarchia, e che pratichi l'orizzontalità delle decisioni.
La Federazione Anarchica Italiana riconosce il diritto al dissenso dei suoi aderenti sulle deliberazioni assunte nei Congressi e nei Convegni.
Scopo della Federazione Anarchica Italiana è di diffondere le idee dell'anarchismo, facilitandone la propaganda con il coordinamento dei propri sforzi associativi e promuovendo ed aiutando quelle iniziative che sono inerenti a tale propaganda.
Essa si propone, altresì, nei limiti delle sue forze, di aiutare moralmente e materialmente tutte quelle attività, individuali e collettive, che, in tutto o in parte, tendano all'attuazione del Programma e non siano in contrasto con l'indirizzo generale della Federazione Anarchica Italiana.

INTESA ASSOCIATIVA

I rapporti pratici fra gli aderenti alla Federazione Anarchica Italiana sono regolati dalla presente intesa associativa, che è informata alla più ampia autonomia delle Federazioni, dei Gruppi e degli Individui che l'accettano liberamente e che liberamente riconoscono l'obbligo morale di rispettare gli impegni, e perciò stesso di non violare i principî della F.A.I. e di non ostacolare l'azione dei loro compagni.
Tale coordinamento organizzativo tende a rafforzare la libertà del singolo.
Gli aderenti alla Federazione Anarchica Italiana costituiscono in ciascuna località Gruppi o Circoli, la cui formazione può dipendere dalla maggiore comodità degli aderenti di riunirsi o dalle speciali attività che un gruppo intende svolgere.
Individuando nei Gruppi la forza propulsiva della Federazione Anarchica Italiana, i compagni e le compagne, che per particolari e motivate ragioni non aderiscono ad alcun gruppo, stabiliranno e manterranno rapporti con la F.A.I. e con i suoi organismi mettendosi in contatto e facendo riferimento organizzativo ad un Gruppo della F.A.I. o con la Commissione di Corrispondenza. Nel caso in cui facciano riferimento alla Commissione di Corrispondenza questa ne dovrà informare i Gruppi localmente più vicini.

AUTONOMIA e RAPPORTI INTERNI

Ogni Gruppo aderente alla Federazione Anarchica Italiana regola la sua costituzione interna e la sua attività in completa autonomia, fissa il suo programma specifico di azione, le modalità di funzionamento, la propria denominazione, i rapporti fra gli associati, ecc. senza che gli altri Gruppi o organismi della F.A.I. abbiano il diritto di intervenire, se non chiamati, nelle sue questioni interne.
È auspicabile che i vari Gruppi aderenti alla Federazione Anarchica Italiana costituiti in un determinato territorio - per comodità ed opportunità di riunirsi spesso e per lo svolgimento di un'azione concordata e simultanea - si organizzino in Federazione di Gruppi. I rapporti tra i vari Gruppi in seno alle Federazioni locali, il modo di corrispondere tra di loro, gli organismi speciali per il funzionamento di queste Federazioni, sono di competenza esclusiva dei Gruppi interessati e sono stabiliti nei convegni indetti all'uopo da ciascuna Federazione locale.
I rapporti tra le varie Federazioni, Gruppi ed Individualità aderenti alla Federazione Anarchica Italiana e l'indirizzo generale dell'azione collettiva di questa sono di competenza dei Congressi della F.A.I. e impegnano, salvo le riserve contenute nella "Premessa", moralmente e finanziariamente tutta la F.A.I.

CONGRESSO, COMMISSIONE DI CORRISPONDENZA E CONVEGNI NAZIONALI

Il Congresso - ordinario o straordinario - discute e delibera su tutte le questioni di carattere generale e di maggior importanza che impegnano l'indirizzo teorico, politico e organizzativo della Federazione Anarchica Italiana.
Il Congresso Ordinario della Federazione Anarchica Italiana si tiene, salvo circostanze straordinarie, ogni due anni e viene indetto dal Convegno Nazionale. Qualora il Convegno Nazionale non si fosse espresso in merito alla Convocazione del Congresso Ordinario o qualora la Commissione di Corrispondenza non si trovasse nelle condizioni di indirlo, lo stesso potrà essere convocato su richiesta di almeno la metà dei gruppi aderenti alla F.A.I.
Ai Congressi, ordinari o straordinari, partecipano di diritto gli aderenti alla Federazione Anarchica Italiana sia in quanto delegati di Gruppi, sia in quanto individualmente aderenti. Sarà compito della Commissione di Corrispondenza, con il supporto della segreteria del Congresso, verificare la correttezza delle posizioni dei delegati e delle individualità rispetto all'adesione federale.
Ogni deliberato congressuale impegna soltanto coloro che lo condividono. Le questioni che investono le modalità organizzative della Federazione Anarchica Italiana, quali modifiche o specificazioni del Patto Associativo, devono essere approvate all'unanimità.
Nei Congressi e nei Convegni le realtà aderenti alla Federazione Anarchica Italiana tendono sempre al raggiungimento di una sintesi tra le varie posizioni. Qualora il Congresso od il Convegno non riescano a sintetizzare posizioni comuni, l'orientamento prevalente sarà rilevato sulla base delle dichiarazioni delle Individualità e dei delegati dei Gruppi. I deliberati dei Congressi e dei Convegni acquistano validità dopo la ratifica da parte delle realtà federate, che dovrà avvenire entro un mese dalla pubblicazione degli stessi deliberati.
Il Congresso nomina la Commissione di Corrispondenza nelle persone dei componenti di un Gruppo o, qualora questo non fosse possibile, nomina un numero adeguato di compagni e compagne. La Commissione di Corrispondenza viene nominata senza contrarietà. Qualora non si verificasse questa condizione si provvederà, attraverso il metodo della sintesi, a ricercare una posizione condivisa.
I membri della nuova Commissione di Corrispondenza si avvarranno della collaborazione della Commissione di Corrispondenza dimissionaria per il periodo che sarà necessario all'avviamento regolare del lavoro loro assegnato e chiederanno altresì, quando suggerito dalle circostanze, l'aiuto attivo di altri compagni.
I Convegni Nazionali sono convocati dalla Commissione di Corrispondenza possibilmente ogni quattro mesi e ogni qualvolta si rendesse necessario. I Convegni sono convocati su tematiche emergenti. Sono convocati, altresì, su questioni di carattere teorico ed organizzativo della Federazione Anarchica Italiana, ricordando che su queste ultime le deliberazioni spettano solo ai Congressi.
Le modalità di partecipazione ai Convegni Nazionali sono le medesime di quelle previste per i Congressi.
I componenti della Commissione di Corrispondenza saranno indennizzati delle spese sostenute nell'espletamento dei loro incarichi. Ove si presenti la necessità di coprire in parte od in tutto le spese di viaggio dei partecipanti al Convegno Nazionale, la Commissione di Corrispondenza, nei limiti delle possibilità, provvederà con la cassa federale.
La Commissione di Corrispondenza ha compiti esclusivamente esecutivi e non ha alcuna facoltà imperativa sui singoli, sui Gruppi, sulle Federazioni locali. Nell'assolvimento delle sue funzioni la Commissione di Corrispondenza si gioverà il più possibile della collaborazione delle realtà federate che si impegneranno a fornire recapiti per consultazioni veloci. La Commissione di Corrispondenza risponderà, comunque, del proprio operato al Congresso, al pari di ogni altro organismo federale.
La Commissione di Corrispondenza esprime pubblicamente l'orientamento della Federazione Anarchica Italiana sulla base del "Programma Anarchico", dei deliberati dei Congressi e dei Convegni, e delle consultazioni con le realtà federate.
Ha quindi il compito di diramare comunicati stampa; di eseguire gli incarichi avuti dal Congresso e dai Convegni Nazionali; di organizzare le eventuali manifestazioni di carattere nazionale possibilmente con l'apposita Commissione di studio e di lavoro, ove esistente; di servire da tramite tra i Gruppi e le Federazioni locali e di stare a disposizione dei medesimi per consigli e possibili aiuti per le loro iniziative, adoperandosi, se richiesta, per facilitare la composizione di contrasti; di redigere il Bollettino Interno; di deliberare, d'intesa con le realtà federate, su nuove ed eventuali iniziative da prendere, sulle spese straordinarie da fare, su tutte quelle questioni che, pur non essendo così importanti e generali da doversi rimandare al Congresso, sono però tali da costituire un impegno morale e finanziario per la Federazione Anarchica Italiana.
Altri compiti della Commissione di Corrispondenza sono: affiancare specifici comitati che si costituiscano per la difesa dei compagni perseguiti o/e dare sostegno ai compagni che si trovano in difficoltà; partecipare, nei limiti del possibile e se espressamente gradito, ai convegni di ogni livello promossi da Gruppi e Federazioni, impegnandosi a renderne partecipe, con immediatezza, l'intera Federazione Anarchica Italiana.
Oltre che la Commissione di Corrispondenza, il Congresso nomina altri organismi quali: la Redazione e l'Amministrazione di Umanità Nova e di altri eventuali periodici e iniziative editoriali; la Commissione di Relazioni Internazionali; la Commissione per l'Archivio Storico; e, qualora ne ravvisi l'utilità, nomina Commissioni di studio e di lavoro su questioni specifiche. Le Commissioni hanno il compito di tenere i collegamenti tra i compagni attivi nei rispettivi ambiti di competenza, stimolando eventualmente la nascita di coordinamenti, produrre e far circolare materiali di informazione e di analisi, essere presenti, qualora lo ritengano opportuno, alle riunioni nazionali anarchiche e dei vari movimenti di lotta. Si impegnano, altresì, ad informare tempestivamente la Federazione Anarchica Italiana delle riunioni nazionali cui hanno preso parte, come di ogni altra notizia di particolare rilievo. Le Commissioni potranno anche emettere comunicati, con le stesse modalità della Commissione di Corrispondenza. A tal fine la Commissione di Corrispondenza si adopererà per favorire il lavoro di consultazione.
Le Commissioni sono nominate dal Congresso. Nell'incarico ricevuto e nelle loro attività le Commissioni si ispireranno alle linee generali emerse dal dibattito congressuale. Le Commissioni relazioneranno sul loro lavoro al Congresso e ai Convegni Nazionali.
Per tutte le questioni di carattere generale e di maggior importanza impegnanti l'indirizzo teorico e politico della Federazione Anarchica Italiana deve essere convocato un Congresso Ordinario o Straordinario.
La Commissione di Corrispondenza, alle cui riunioni potranno partecipare i membri degli altri organismi della Federazione Anarchica Italiana, è responsabile di ogni attività di fronte al Congresso a cui si presenterà dimissionaria, insieme con i membri di tutti gli altri organismi nominati dal Congresso stesso.
Negli intervalli fra un Congresso e l'altro la Commissione di Corrispondenza e gli altri organismi della Federazione Anarchica Italiana relazioneranno della loro azione al Convegno Nazionale.
In casi di eccezionale gravità e, ove la situazione lo dovesse imporre, il Convegno Nazionale, o la Commissione di Corrispondenza su richiesta di Gruppi e Federazioni di almeno tre regioni diverse, dovrà indire un Congresso Straordinario della Federazione entro e non oltre due mesi.

COLLEGIALITÀ DELLE FUNZIONI

Ogni iniziativa della Federazione Anarchica Italiana sarà gestita in forma collegiale dai compagni designati dal Congresso, verso il quale essi saranno responsabili moralmente ed amministrativamente.

FINANZIAMENTO

Per le spese della Commissione di Corrispondenza e di altre iniziative della Federazione Anarchica Italiana ogni gruppo e ogni individualità deve contribuire con versamenti la cui entità sarà decisa liberamente e in solidarietà.
Dell'entità di tali contributi sarà data comunicazione alla Commissione di Corrispondenza ad ogni fine d'anno, affinché la medesima possa essere in grado di informare la Federazione Anarchica Italiana in merito alle disponibilità economiche per l'attività federale. In caso di difficoltà economiche del gruppo o dell'individualità tali da impedire il versamento del proprio contributo, dovrà essere data comunicazione alla Commissione di Corrispondenza e questa comunicazione sarà considerata sostitutiva del contributo stesso.
Il Congresso istituisce una Cassa federale costituita dai contributi dei Gruppi e delle Individualità e amministrata dalla Commissione di Corrispondenza allo scopo di contribuire alle spese per l'assolvimento degli incarichi federali.

ADESIONI E DIMISSIONI

I Gruppi e gli Individui che intendono entrare a far parte della Federazione Anarchica Italiana ne fanno esplicita richiesta alla Commissione di Corrispondenza la quale, acquisiti elementi di valutazione dalle Federazioni e dai Gruppi geograficamente vicini ai richiedenti e dalle realtà federate con cui abbiano eventualmente intrattenuto rapporti non sporadici, sottopone la richiesta al successivo Congresso o alla sessione congressuale straordinaria nel successivo Convegno Nazionale.
Qualora almeno tre Gruppi della Federazione Anarchica Italiana, ravvisando nel comportamento di Gruppi o di Individualità federati gravi e documentati elementi che contrastino con i principî dell'anarchismo e del Patto Associativo, ritenessero necessaria la loro esclusione dalla F.A.I., ne mettono al corrente la Commissione di Corrispondenza, la quale, acquisiti elementi di valutazione, rinvia la decisione ad un Congresso Straordinario.
Si cessa di far parte della Federazione Anarchica Italiana dimettendosi volontariamente.
Le dimissioni volontarie hanno effetto immediato e non necessitano di ratifica assembleare. La Commissione di Corrispondenza ha incarico, in caso di dimissioni volontarie di realtà federate, di attivarsi per verificarne la irrevocabilità provando a ricomporre eventuali contrasti.
Si cessa, altresì, di far parte della Federazione Anarchica Italiana quando non si mantengano gli impegni assunti verso di essa, non si contribuisca alle spese attraverso il versamento del contributo associativo e quando non si partecipi in alcun modo alla sua attività.
Qualora una realtà aderente, sia essa una Federazione, un Gruppo o una Individualità, non intrattenesse alcun rapporto con la Federazione Anarchica Italiana nell'intervallo tra un Congresso Ordinario e l'altro, sarà cura della Commissione di Corrispondenza contattarla per acquisire le eventuali motivazioni. La Commissione di Corrispondenza riferirà al Congresso sulle motivazioni addotte e il Congresso delibererà in merito.

Altri documenti in archivio



ARCHIVIO

Abbonati, leggi e diffondi "UMANITA' NOVA"
settimanale anarchico
link al sito di umanità novalink al sito di zero in condotta
web-fai@federazioneanarchica.org