http://www.zeroincondotta.org
"Noi vogliamo che la società sia costituita allo scopo di fornire a tutti gli esseri umani i mezzi per raggiungere il massimo benessere possibile, il massimo possibile sviluppo morale e materiale; noi vogliamo per tutti pane, libertà, amore, scienza." (E. Malatesta)
http://www.umanitanova.org

::5 luglio 2020::


Mozione approvata al Convegno della F.A.I.

L'emergenza Covid ha determinato una fase in cui sono emerse ancora una volta con evidenza potente le caratteristiche tipiche del capitalismo. In uno scenario di ulteriore polarizzazione tra povertà e ricchezza, le politiche governative dimostrano che lo Stato è nemico degli sfruttati e delle sfruttate. In un clima di pesante repressione, mentre i nostri territori erano sempre più militarizzati, il governo ha continuato a finanziare le spese militari e a programmare missioni coloniali. Con il pretesto del rilancio dell'economia sono state rifinanziate le grandi opere, le speculazioni edilizie e lo scempio ambientale, sostenendo i padroni a discapito di lavoratrici e lavoratori. Intanto scuola e sanità sono al collasso.
La Federazione Anarchica Italiana riunita a convegno lancia una giornata di...

Continua a leggere...



::22 giugno 2020::


Comunicato congiunto delle Federazioni Anarchiche
SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALISTA A CHI SI RIBELLA NEGLI USA

Il 25 maggio, a Minneapolis, negli Stati Uniti, quattro poliziotti hanno arrestato George Floyd per il presunto uso di una banconota contraffatta da 20 dollari. Ammanettato, è stato gettato a terra da tre di loro e immobilizzato, mentre l'ufficiale di polizia Derek Chauvin lo soffocava appoggiando il proprio ginocchio sul suo collo per 8 minuti e 46 secondi, continuando anche dopo avergli fatto perdere chiaramente conoscenza, uccidendolo davanti agli occhi degli astanti.
Negli USA, la violenza della polizia è uno dei pilastri su cui si regge uno stato che colpisce selvaggiamente per mantenere il proprio potere, all’interno come all’esterno dei propri confini.

Continua a leggere...



::19 maggio 2020::


DAVANTI A UNA CRISI SANITARIA GLOBALE: LO STATO E IL CAPITALISMO NON FUNZIONANO, LA SOLIDARIETÀ SÌ

La Commissione di Relazioni dell'Internazionale di Federazioni Anarchiche (CRIFA) ha continuato a mandare avanti le proprie attività durante la presente pandemia globale. Attraverso i continenti, le delegate e i delegati delle nostre federazioni si sono incontrat* telematicamente per fare il punto sull'impegno dell'anarchismo sociale e organizzatore in questa crisi mondiale.
Il saccheggio e la distruzione della natura, lo sfruttamento e impoverimento di intere società, le operazioni belliche, la morte di milioni di persone per fame e privazioni, l'esclusione e il confinamento in campi di concentramento e prigioni rivelano la natura criminale del sistema statale capitalista. La brutalità di questo modell

Continua a leggere...



::18 maggio 2020::


LA REPRESSIONE È IL LORO VACCINO. LE LOTTE SONO IL NOSTRO

La repressione sociale e politica che si è scatenata da quando è scoppiata la pandemia sta raggiungendo livelli sempre più preoccupanti.
Non ci riferiamo solo al controllo sociale capillare (oltre 14 milioni le persone fermate per controlli dall'11 marzo) e alle decine di migliaia di multe erogate dai solerti tutori dell'ordine ma anche e soprattutto alla sospensione di ogni forma di manifestazione pubblica nonché del diritto di sciopero.
È chiara l'intenzione del governo di reprimere sul nascere qualsiasi mobilitazione che possa contrastare tramite l'azione diretta e l'autogestione dal basso la crisi sociale epocale in cui siamo immersi e che pare essere solo agli inizi.
Non si contano più ormai i pesanti interventi da...

Continua a leggere...



::30 marzo 2020::


CONTRO LA GUERRA, IL FASCISMO, IL NAZIONALISMO E IL RAZZISMO SOLIDARIETÀ CON RIFUGIATI E IMMIGRATI

Siamo nel bel mezzo di un'enorme crisi umanitaria e di una crisi sociale senza precedenti, dal momento che la diffusione della pandemia globale sta rivelando nel modo più evidente la natura criminale dello Stato e del capitalismo. Da un lato, la gran parte della società si trova ad affrontare nuove e ancora più dure forme di sfruttamento e repressione. Dall'altro lato, lo Stato sta difendendo il suo potere e l'accumulazione di ricchezza nelle mani dei padroni, espandendo lo stato di emergenza e privando la società delle risorse necessarie per far fronte a questo disastro. In questa condizione, migliaia di immigrati e rifugiati sono ammassati in campi di concentramento in condizioni di vita terribili, senza alcun mezzo disponibile per...

Continua a leggere...



::20 marzo 2020::


CORONAVIRUS ED EMERGENZA: NON CI DIMENTICHIAMO DA QUALE PARTE DELLA BARRICATA SIAMO

Di fronte a questa crisi stato e capitale stanno mostrando, con un'evidenza mai raggiunta prima, tutti i propri enormi limiti e la loro strutturale incapacità di tenere conto delle necessità e della salute delle persone.
In Italia, le scelte politiche dei governi hanno costantemente tagliato la sanità pubblica (più che pubblica, statale). Parte delle poche risorse è stata dirottata verso la sanità privata, anche durante l'emergenza attuale. La contemporanea "regionalizzazione", secondo un modello aziendalista-capitalista, ha poi reso questo servizio, che in teoria dovrebbe essere di carattere universale, fortemente differenziato tra regione e regione, tra regioni ricche e regioni povere...

Continua a leggere...